storia della città


Le origini del paese affondano nel buio per mancanza di documenti sicuri.
Gli storici locali, Guala e Pagani, si pronunciano a favore di una fondazione Salio-Libica; mentre Filipponi propende per Cimbri, Teutoni, cui seguirono Unni, Eruli, Vandali, Goti e Longobardi.

Le prime scoperte archeologiche in loco risalgono al 1800, come attesta Filipponi: lungo il torrente Ostola, nei pressi di S. Liberata; nella baraggia e in regione "Seccia" si rinvennero monete e tombe con relativi corredi funebri, databili al I-II sec. d.C.Altre monete rinvenute furono poi messe in relazione con l'invasione dei Cimbri del 101 a.C.
La Rivista di Scienze Preistoriche, nel 1974, giustificò l'insediamento umano lungo il torrente Ostola già nel paleolitico per il rinvenimento in zona di manufatti in pietra (da studi recenti non pubblicati, pare possibile affermare che insediamenti umani esistessero nei pressi della Frazione Cacciano, in località "Bosi, da 80.000 a 30.000 anni fa, mentre palafitticoli dovettero essere insediati sulle rive di un lago d'acqua dolce, ora scomparso, a testimonianza del quale restavano, fino a pochi decenni orsono, collinette di sabbia grigia). Nella stessa località, sono state rinvenute due vaste necropoli e manufatti in argilla, che fanno presupporre l'esistenza di attività "artigianali" accanto a quelle agricolo-pastorali degli autoctoni, specie in Baraggia.






continua...

 
pagina principale
pro loco
  chi siamo
  contattaci
il comune
  storia della città
turismo
  come arrivare
  eventi
  passeggiate
  itinerari storici
  prodotti tipici
  alberghi e ristoranti
dintorni
  il parco della baraggia
pubblicazioni
 
associazioni
  scopri le associazioni e
gli enti masseranesi
storia della città
La città di Masserano ha radici antichissime.
Il susseguirsi del tempo ne ha modificato solo lievemente l'impostazione urbanistica, ed ancora oggi è possibile ammirare l'antico borgo e l'architettura dei suoi palazzi.
galleria fotografica