storia della città


Si ritiene che un insediamento esistesse già in tarda età romano-imperiale nella zona in cui sorge la chiesa di S. Giacomo del Bosco: l'antico villaggio di Muro, un tempo detto "de Muris". Altra ipotesi lo vuole esistente a Campalona, zona pianeggiante sottostante le colline di San Giorgio e Scalabrino (un breve imperiale del 951 di Ottone I contiene la donazione della "Corte di Campalona" fatta dall'imperatore stesso all'arciprete Astulfo).

Codesta teoria pare una delle più probabili, poiché la nascita del primo nucleo dell'attuale paese di Masserano può essere correlata alle invasioni degli Ungari, del X sec., nel nostro territorio.
Dibattuta per lungo tempo è stata la questione del nome.
Masserano di certo si collocava nell'"Ager Vercellensis" e fu, secondo la tradizione, evangelizzato da S. Teonesto, martire della Legione Tebeo.
Le vicende storiche pertanto si confondono con quelle di vercelli fino al X sec.
Pare che i vescovi favorevoli al potere imperiale, durante le lotte per le investiture, vendano Masserano con tutte le sue pertinenze al diacono Ogerio.

La storia di Masserano cominciò a chiarirsi dal XIII sec.: il nome del paese apparì per la prima volta il 16 Maggio 1141, in un diploma di Corrado III, concernente una permuta. Il Vescovo Uguccione, nel 1169, ottenne il conferimento dei diritti su Masserano e Curino per i canonici e il Capitolo di Vercelli.




continua...

 
pagina principale
pro loco
  chi siamo
  contattaci
il comune
  storia della città
turismo
  come arrivare
  eventi
  passeggiate
  itinerari storici
  prodotti tipici
  alberghi e ristoranti
dintorni
  il parco della baraggia
pubblicazioni
 
associazioni
  scopri le associazioni e
gli enti masseranesi
storia della città
La città di Masserano ha radici antichissime.
Il susseguirsi del tempo ne ha modificato solo lievemente l'impostazione urbanistica, ed ancora oggi è possibile ammirare l'antico borgo e l'architettura dei suoi palazzi.
galleria fotografica